Chi è Chicco Porcu
Manifesto Politico e Resoconti
Attività Politica
Interventi d'Aula
Idee e Programmi
Elezioni e Referendum
Video
Rassegna Stampa
News di Chicco Porcu
Archivio Generale


Cronache Incontri
Appuntamenti Passati




 
Stampa Stampa Indietro Indietro Home Home

OdG UNITARIO su Alcoa e sviluppo SULCIS
26 Gennaio '12, giovedì
CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
 XIV LEGISLATURA

ORDINE DEL GIORNO n. 75 PORCU - DIANA Mario - DIANA Giampaolo - URAS - STERI - CAPELLI -DEDONI - SANNA Giacomo - SALIS - BEN AMARA - BARDANZELLU - BIANCAREDDU - COCCO Pietro - DESSÌ - FLORIS Rosanna - MULAS - PERU - VARGIU - TOCCO - AGUS - MARIANI - LOCCI - GRECO - RANDAZZO - MURGIONI - OPPI sulle problematiche occupazionali, sociali ed ambientali conseguenti all'annuncio, da parte di ALCOA, di voler procedere alla chiusura dello smelter di Portovesme e sulle prospettive e ricadute per l'intera filiera dell'alluminio e per lo sviluppo del territorio del Sulcis-Iglesiente.

    ***************
    IL CONSIGLIO REGIONALE

    a conclusione della discussione della mozione n. 161 sulle problematiche occupazionali, sociali ed ambientali conseguenti all'annuncio, da parte di ALCOA, di voler di procedere alla chiusura dello smelter di Portovesme e sulle prospettive e ricadute per l'intera filiera dell'alluminio e per lo sviluppo del territorio del Sulcis-Iglesiente,

    impegna il Presidente della Regione e la Giunta regionale

    1) ad ottenere dal Governo nazionale la conferma della valenza strategica nazionale della filiera dell'alluminio e, conseguentemente, dello smelter di Portovesme;

    2) a richiedere ad ALCOA l'immediata sospensione delle procedure di mobilità e il mantenimento in attività degli impianti almeno per tutto il 2012 in modo da consentire alla Regione ed al Governo un periodo di tempo adeguato a valutare soluzioni alternative in grado di garantire la prosecuzione dell'attività e il riavvio di tutta la filiera dell'alluminio;

    3) a richiedere, in ogni caso, alla società ALCOA l'osservazione scrupolosa delle prescrizioni previste dal piano di bonifica del sito di Portovesme con interventi adeguati a consentire il totale ed integrale ripristino dello stato dei terreni, dei sottosuoli e delle falde;

    4) a promuovere il potenziamento delle infrastrutture del sito industriale, in particolare del porto e della viabilità per assicurare competitività internazionale agli impianti industriali di Portovesme;

    5) a studiare le soluzioni strutturali, commerciali, tecniche e normative che possano consentire, per le imprese energivore del polo metallurgico di Portovesme, condizioni di acquisto più competitive dell'energia elettrica, sia nel medio lungo termine, come per il progetto integrato miniera-centrale a carbone a cattura di CO2 al vaglio dell'Unione europea, sia nel breve termine con il sistema dell'interrompibilità o dell'interconnector per l'accesso virtuale al mercato europeo dell'energia;

    6) ad attivare un tavolo di confronto con Enel per il riavvio della centrale a vapore da 240 MW e contestualmente promuovere eventuali accordi bilaterali con le aziende energivore del territorio;

    7) a presentare al Governo con urgenza un "Piano Sulcis" redatto dalla Regione in linea con le scelte del Piano strategico territoriale della Provincia di Carbonia-Iglesias;

    8) ad attivare, immediatamente, un'azione di pressante ricognizione per la sensibilizzazione e il coinvolgimento, sul mercato internazionale, di potenziali imprenditori favorevoli a rilevare la produzione di alluminio di Alcoa.

    Il presente ordine del giorno è stato approvato dal Consiglio regionale nella seduta del 26 gennaio 2012.

Top
Stampa Stampa Indietro Indietro