Chi è Chicco Porcu
Manifesto Politico e Resoconti
Attività Politica
Interventi d'Aula
Idee e Programmi
Elezioni e Referendum
Video
Rassegna Stampa
News di Chicco Porcu
Archivio Generale


Cronache Incontri
Appuntamenti Passati




 
Stampa Stampa Indietro Indietro Home Home

INTERROGAZIONE sull'aumento delle tariffe del trasporto pubblico locale del CTM di Cagliari.
12 Ottobre '10, martedì
CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA XIV LEGISLATURA


INTERROGAZIONE PORCU - MORICONI, con richiesta di risposta scritta, sull'aumento delle tariffe del trasporto pubblico locale del CTM di Cagliari.


INTERROGAZIONE n. 423/A

I sottoscritti,

appreso che la Giunta regionale ha stabilito di ridurre il contributo previsto dal contratto di servizio con il CTM Spa per una cifra pari al 10 per cento (3 milioni di euro) del contributo previsto per l'anno 2011 e pari al 20 per cento per l'anno 2012;

accertato che, con deliberazione n. 30/21 del 3 agosto 2010, su proposta dell'Assessore regionale dei trasporti, la Giunta regionale ha conseguentemente stabilito l'aumento delle tariffe del trasporto pubblico locale gestito da CTM Spa, sia per quanto riguarda le corse singole che per gli abbonamenti, che fino a quel momento erano le terze più basse in tutta Italia;

rilevato che a seguito delle proteste della cittadinanza, ed in particolare degli studenti, con determinazione n. 582 del 30 agosto 2010 del Servizio della pianificazione e programmazione dei sistemi di trasporto della Direzione generale dell'Assessorato regionale dei trasporti, si è proceduto a modificare ulteriormente le tariffe medesime, disponendo una riduzione degli aumenti previsti e modificando in senso ampliativo il parametro ISEE che consente di usufruire di tariffe agevolate;

considerato che, a fronte dei notevoli tagli al contributo previsto dal contratto di servizio e della insufficienza degli aumenti tariffari a farvi fronte, il CTM Spa sarà presumibilmente costretto a ridurre le linee servite e conseguentemente a licenziare gli addetti in esubero, con grave danno non solo per la cittadinanza, ma anche e soprattutto per le famiglie dei lavoratori coinvolti,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti per conoscere:
1) se non ritengano opportuno ritirare la deliberazione n. 30/21 del 3 agosto 2010 e ripristinare gli stanziamenti del 2009 finalizzandoli ad ulteriori miglioramenti relativi all'efficienza del servizio e all'effettivo esercizio del diritto alla mobilità per tutti i cittadini ed in particolare per i giovani e gli anziani;

2) quali altre azioni s'intendano intraprendere per salvaguardare e sostenere il sistema del trasporto pubblico locale, mantenendo alta la qualità del servizio e al contempo sostenibile per i cittadini meno abbienti il costo del medesimo.

Top
Stampa Stampa Indietro Indietro