Chi è Chicco Porcu
Manifesto Politico e Resoconti
Attività Politica
Idee e Programmi
Elezioni e Referendum
Video
Rassegna Stampa
News di Chicco Porcu
Archivio Generale


Cronache Incontri
Appuntamenti Passati




 
Stampa Stampa Indietro Indietro Home Home

Chiuso un annus horribilis. Auspichiamo svolta nel 2011
30 Dicembre '10, giovedì
Si chiude un annus horribilis per la Giunta e per il presidente Cappellacci.  Il dubbio su cosa raccontare lo ha fatto probabilmente desistere dalla conferenza stampa di fine anno

“Un anno che verrà ricordato per le inchieste sui grandi impianti eolici, poi frettolosamente bloccati, per la totale assenza di iniziative legislative degni di nota se si escludono gli atti obbligatori come la finanziaria, per i rimpasti di Giunta senza fine che ne hanno bloccato per quattro mesi l’operatività restituendoci alla fine il primato italiano per la disuguaglianza di genere”.

“Un anno di emergenze a cominciare da quella che riguarda il lavoro, il declino dell’industria, il disavanzo crescente nella sanità, i tagli alla scuola. Un anno di incertezze, di tentennamenti, di emergenze affrontate, come quella dei pastori, sotto la pressione di un vero e proprio assedio sociale”.

“Abbiamo provato con atti molto forti, la mozione di sfiducia al Presidente, l’occupazione dell’Aula, a suonare la sveglia al Presidente Cappellacci ed ad una maggioranza di centro destra indebolita anche dalle lacerazioni innestate dal lungo tramonto del berlusconismo”.

“Succede quando alla politica manca una grande progetto collettivo, mancano valori condivisi e rimane solo la gestione quotidiana del potere”.

“Speriamo per la Sardegna che il 2011 possa essere l’anno di una svolta.  Noi non faremo mancare il nostro sostegno, come nel caso dell’ordine del giorno unitario sulle entrate, ogni volta che il Presidente Cappellacci e la sua maggioranza sapranno decidere, armarsi di coraggio e difendere il futuro dei sardi”.
di Chicco Porcu

Top
Stampa Stampa Indietro Indietro